AVVISO IMPORTANTE!!!
Si comunica che a causa dell'elevato numero di ordini da evadere prima delle festività natalizie gli ordini pervenuti dopo il 15/11/2017 verranno evasi dal 04/01/2018.

Come riverniciare un infisso

Utensili e prodotti necessari

  1. Due pennelli
  2. Un raschietto
  3. Carta abrasiva grana 120, 180, 220
  4. Retina in ferro
  5. Acetone o acqua raggia
  6. Sverniciatore
  7. Impregnante sintetico o ad acqua
  8. Vernice sintetica o ad acqua

Si possono due tipi di interventi, il primo parziale e consiste nel passare un film di vernice nuova sopra quella vecchia, il secondo totale e consiste nell'asportare totalmente il film di vernice vecchia e rifare quello nuovo.

Intervento parziale

Si consiglia di eseguire questo intervento solo nel caso in cui le condizioni dell'infisso non siano drammatiche, cioè solo se vogliamo rinvigorire l'aspetto estetico dell'infisso reso opaco e sporco dagli agenti atmosferici, e la vernice non si presenta staccata o meglio sfogliata dal legno.

  1. Lavare l'infisso con acqua, se potete spruzzate l'acqua con un tubo di gomma, come quando lavate la vostra automobile passate energicamente una scopa senza manico nelle parti molto sporche di terra e di polvere, fatelo asciugare molto bene prima di andare avanti . Se l'infisso è pulito evitate questo passaggio.
  2. Passate energicamente una carta abrasiva grana 180 e successivamente grana 220 sulla superficie dell'infissi fino a renderlo liscio al tatto, nelle zone in cui la carta abrasiva non riesce ad arrivare utilizzate una retina di ferro.
  3. Pulita la superficie per bene passate una vernice per esterni.

Intervento totale

Si consiglia di eseguire questo intervento solo nel caso in cui l'infisso si presenta con vernice staccata dal legno, oppure se la vernice è trasparente l'infisso è molto scolorito.

  1. Indossate guanti, occhiali, una mascherina per la bocca e non lasciate scoperte parti del corpo. Passare con un pennello lo sverniciatore sulla superficie in modo da formare una strato di 2-3 mm ( consiglio di usare quello extra forte se la pellicola vi vernice vecchia e spessa), aspettare un paio di minuti. Quando la vernice si stacca e si alza dalla superficie, prendete un raschietto ed incominciare a raschiare la vernice staccata. Se l'infisso presenta cornici o parti tonde utilizzate la retina. Ripetere l'operazione tante volte fina a quando non c'è più pellicola di vernice.
  2. Se l'infisso presenta delle parti nere che compromettono l'estetica esistono dei prodotti che potete trovare in ferramenta che riescono a ridurre le parti nere, non sempre questa operazione ha successo, dipende da quanto il nero è in profondità. (attenzione:questo prodotto e pericoloso se inalato ed a contatto con la pelle)
  3. Lavate l'infisso con uno straccio imbevuto di acetone o acqua raggia soprattutto nelle parti dove ci sono residui di sverniciatore. Lasciate asciugare l'infisso per bene, passate alla fase successiva solo quando il legno è asciutto e secco.
  4. Passate energicamente una carta abrasiva grana 120 e successivamente grana 180 sulla superficie, asportando i residui di vernice eventualmente rimasti. Concludete la levigatura quando il legno risulta pulito e liscio al tatto.
  5. Adesso abbiamo due possibilità: La prima: Possiamo rifinire l'infisso solo passando due mani di impregnante magari quello cerato e finire qui l'intervento. In questo caso abbiamo il vantaggio che l'infisso non avendo pellicola di vernice ( l'impregnante non forma pellicola perche il prodotto viene assorbito dal legno) risulta molto più semplice fare la manutenzione periodica in quanto basta fare una leggera levigatura con grana 220 e ripassare un'altra mano di impregnante. Lo svantaggio è quello di una manutenzione abbastanza ricorrente. La seconda: Possiamo rifinire l'infisso con una mano di impregnante, una volta essiccato passare una mano di vernice. Essiccata la prima mano di vernice levigate per bene l'infisso con grana 220 e per finire passate un'altra mano di vernice. Il vantaggio di questa seconda possibilità e quello di avere un infisso più protetto, e quindi una manutenzione meno ricorrente. Lo svantaggio è quello che quando si rifarà la manutenzione dell'infisso bisogna rifare la procedura con lo sverniciatore.

Un consiglio.

Utilizzate la prima possibilità se l'infisso si trova in zone marittime ed è esposto al sole tutto il giorno. Utilizzate la seconda possibilità se l' infisso si trova in montagna o in pianura ed è esposto al sole solo qualche ora al giorno.

CONTATTI

ACQUISTI

PRIVACY

Copyright 2009-2017